LO SCRITTORE, QUALSIASI GENERE EGLI SCRIVA, DEVE ESSERE TESTIMONE DELLA STORIA, PERCHE' IN OGNI ROMANZO SI CELA LA VERITA' DELLA REALTA'.

martedì 7 aprile 2015

LA PIETA' DELLA BESTIA (racconto) - Recensione


Image and video hosting by TinyPic


Una delle più belle recensioni ricevute


5.0 su 5 stelle Bel racconto peccato sia breve, 13 marzo 2015
Di 
Acquisto verificato(Cos'è?)
Questa recensione è su: LA PIETA' DELLA BESTIA (I racconti freccia Vol. 2) (Formato Kindle)
Anche se non è la mia lettura ideale, posso dire che:

Lo stile narrativo la complessità del lessico e dell’ipotassi rende la lettura fruibile su più livelli funzionali; la struttura scelta dell’autrice si sposa benissimo con la sua organizzazione stilistica, e non solo: capita spesso di leggere storie di dubbia omogeneità, ma l’autrice riesce in un compito notevole, quello di rendere il racconto ideale come in un discorso più ampio che li racchiude tutti, come tessere di un mosaico.
Un esempio di come si può domare la scrittura senza mai lasciarsi travolgere, di come si può costruire la realtà per tirarne fuori qualcosa di originale, di come la profondità abbia bisogno del giusto estro e complessità per emergere davvero.

La trama

In un paese senza nome della Transilvania del 1800 Zejna è una donna ricca e sola, dopo la perdita dell'intera famiglia. Erede unica di un grande palazzo, vive pagando i servizi ed esponendosi alla maldiceza del popolino. Efferati delitti insanguinano il piccolo centro e presto la gente comprende chi è giunto a seminare dolore. Lo comprende prima Zejna che ospita coloro che muteranno la sua vita buia per trascinarla in un baratro incredibilmente luminoso che acceca e regala una nuova terribile esistenza. Due vampiri. Uno insolito. L'unico a riservarle la pietà che Lui non le ha mai concesso. 

ANCHE IN
KINDLE UNLIMITED

Nessun commento:

Posta un commento