LO SCRITTORE, QUALSIASI GENERE EGLI SCRIVA, DEVE ESSERE TESTIMONE DELLA STORIA, PERCHE' IN OGNI ROMANZO SI CELA LA VERITA' DELLA REALTA'.

martedì 8 luglio 2014

Intervista a MAURO MERLINO by Barbara Risoli - Gennaio 2012

GENNAIO 2012
INTERVISTA A
MAURO MERLINO
by Barbara Risoli


Image and video hosting by TinyPic

IL POPOLO 

GLI SCONTENTI 
CHI NON TACE 
CHI E' CONSAPEVOLE DI CIO' CHE LO CIRCONDA 

Ognuno di noi ha un'idea, la democrazia lo permette. Ognuno di noi ha da dire qualcosa, ma è difficile trovare uno spazio. Io metto a disposizione uno spazio con domande mirate, forse fastidiose, pruriginose. Io regalo spazio a chi vuole parlare.


Tempo fa scelsi di intervistare un uomo che tra tanti manifestava il proprio dissenso verso uno Stato che ha dimostrato, in pochi ani, le sue ragioni e quelle di quelli come lui (e mi si perdoni il bisticcio di parole). Tra quelli come lui ci sono pure io che non ho il carisma (e forse il coraggio) di espormi in video e fotografie, il mio 'mestiere' non è mostrarmi, ma descrivere. Allora ripropongo l'intervista che ebbi modo di fare a MAURO MERLINO, ora attivo in rete con le sue proteste, le sue denunce, le sue 'rogne da Italia impossibile'.


1. Il tuo nome, la tua età, la tua posizione lavorativa, la tua zona di residenza (nord, sud o centro Italia)


Mauro Merlino di Modena. Lavoro? CAVALCO L'ONDA DELLA CRISI 


2. Seguo i tuoi video di denuncia che giornalmente carichi sul tuo canale YOUTUBE. Cosa credi, o pensi, di ottenere così? Pensi che gli italiani siano un popolo disposto a lottare per la propria libertà (per lotta si intende anche solo parlare, la violenza è bandita da questa intervista e nella nostra vita)?

Image and video hosting by TinyPicQuello che penso è che una buona parte sia disposta ad una lotta seria, non violenta ma continua, altri rimangono dietro alla finestra nascondendosi e facendo morali... Poi c'è una piccola minoranza di esaltati che spaccherebbe tutto, ma in realtà non va oltre il giardino di casa. Un buon 40% ragiona come la Politica e si sente parte di essa,in realtà deve prendere coscienza che il popolo unito e apolitico può essere la risposta e l'alternativa a questo Sistema volutamente malato. La risposta e' sì, il popolo italiano è disposto a lottare, ma deve essere rieducato e ripulito da anni di raggiri e bugie. 


3. Secondo te, da cittadino italiano, qual è stato il momento in cui l'Italia ha iniziato questo affondamento?

Qui ci sarebbe da aprire un dibattito infinito che parte dalla moneta unica e dall'Europa. Negli anni si sono succeduti Governi Farsa: da Prodi a Berlusconi, per non parlare di accordi fatti sotto banco da tutte le forze politiche. Il mio pensiero è chiaro: FUORI DALL'EUROPA e ad ogni Comune il proprio Portafoglio, con la supervisione di un Pool di POCHI che dirigono e controllano, eliminando almeno 465 parlamentari inutili che continuano a incassare stipendi a danno dei cittadini, per non parlare poi di triplici incarichi che vengono PROFUMATAMENTE pagati! 


4. Non voglio conoscere il tuo orientamento politico, voglio che tu dia un'opinione sulle principali correnti politiche esistenti in Italia in questo momento (destra, sinistra, centro).

Image and video hosting by TinyPicAbbiamo una parte che contrasta il Governo Monti e un'altra che lo sostiene, i primi vogliono ARRUFFIANARSI gli italiani sperando di tornare subito alle Urne, gli altri sognano il loro culo sulla poltrona del Governo. Io sto dalla parte del popolo che ogni giorno tira la carretta, carretta mai tirata da tutti questi Parlamentari che sono a km di distanza dalla realtà. 


5. Se tu fossi il PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, cosa faresti come prima azione per salvare l'Italia? Sei convinto che tu saresti capace di evitare il collasso?

Ho risposto chiaramente nella domanda 3 anche se ovviamente molte altre cose devono essere fatte, partendo dal non pagare più tasse inutili, là dove poi il servizio non c'è. 


6. Il Governo ha imposto una finanziaria massacrante, promette grandi cose in cambio di sacrifici. Tu non ci credi. Giustifica la tua diffidenza.

Facile, questo governo vive di crisi, lo dimostrano i fatti che stanno accadendo in Italia,dalla Sicilia, da noi e altri, tenendo fuori i Tassisti che si lamentano ora dopo anni di PRIVILEGI! Crisi su Crisi e i denari chiesti andranno a finanziare Multinazionali estere. Non certo rialzeranno l'Italia. 


7. Cosa ne pensi delle manifestazioni dilaganti di questi giorni? Credi che si otterrà qualcosa?

ASSOLUTAMENTO NO se non saranno ad OLTRANZA, il blocco è inevitabile, ma senza continuità non si ottiene nulla. Ricordiamo Falcone e Borsellino, anche loro erano scomodi alla popolazione, ma se si fossero fermati per questo? 


8. Nei tuoi video tu fai un invito preciso e forte. Voi parlarne anche in questa intervista?

I miei video parlano chiaro: BLOCCHIAMO L'ITALIA E OCCUPIAMO MONTECITORIO 


9. Come italiano, saresti disposto ad abbandonare il tuo Paese per una vita migliore altrove? E saresti felice?

Ti rispondo con tre lettere: MAI! 


10. Certamente hai dei detrattori. Cosa ti viene contestato delle tue azioni e qual è la tua risposta?

Non rispondo a chi non tutela il futuro dei propri figli e del proprio Paese. 


11. Saresti disposto a formare un gruppo con chi come te, in rete, sta sostenendo una battaglia mediatica contro la Crisi?

Certamente, ma le persone sono come bandiere e chi lotta con me lo deve fare convinto che non mi fermerò. 


12. Probabilmente non ti ho fatto la domanda che avresti voluto. Ebbene, concludi questa intervista con ciò che vorresti far sapere a tutti i costi.

Non rimaniamo un ricordo sbiadito su pagine di storia, senza azione di noi nulla resterà. 

Grazie per la tua gentilezza 

Intervistatrice: Barbara Risoli

Nessun commento:

Posta un commento