LO SCRITTORE, QUALSIASI GENERE EGLI SCRIVA, DEVE ESSERE TESTIMONE DELLA STORIA, PERCHE' IN OGNI ROMANZO SI CELA LA VERITA' DELLA REALTA'.

venerdì 15 febbraio 2013

L'ONDA SCARLATTA - I personaggi - SIGFRIDO ALVES


L'ONDA SCARLATTA
- I personaggi -

SIGFRIDO ALVES


Image and video hosting by TinyPic
Figlio maggiore dei duchi Alves, dall’aspetto nordico, ha capelli biondi e occhi azzurri dal taglio affilato. Altero, odioso, scostante e superbo, veste l‘uniforme come una seconda pelle, vantandosi dei gradi di capitano della Guardia Reale ed è di stanza Versailles per la protezione del re. Incapace di affrontare la tragedia della sorella anni addietro, chiude il proprio cuore e se ne vergogna definendola storpia e dicendo, nella Parigi in cui vive, d’essere figlio unico. In perenne polemica con il fratello, non conosce la sensibilità, scocca parole di fuoco e disprezza profondamente il popolo, come i cambiamenti in atto che si ostina, finchè possibile, a definire semplici tafferugli. Nel cuore sa che non è così e la realtà lo trascina nel fango il giorno del rapimento del re da Versailles, durante il quale resta ferito per un’aggressione da parte di una donna rivoltosa. Crollano le sue convinzioni e diserta, perdendosi nelle vie della Francia, vittima dell’alcool, per dimenticare lo sfregio subito e il senso d’irrimediabilità che ormai aleggia nel Regno. Si salverà dalla rovina, ma il suo sarà il percorso più duro.

Nessun commento:

Posta un commento