LO SCRITTORE, QUALSIASI GENERE EGLI SCRIVA, DEVE ESSERE TESTIMONE DELLA STORIA, PERCHE' IN OGNI ROMANZO SI CELA LA VERITA' DELLA REALTA'.

mercoledì 14 marzo 2012

LA COSTITUZIONE ITALIANA - Analisi

Image and video hosting by TinyPic


LA COSTITUZIONE ITALIANA
- Principi fondamentali -


Art.4

 La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.
Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.

 
  ANALISI

La Repubblica non riconosce a tutti i cittadini il lavoro, le manovre finanziarie limitano la creazione di occupazione e inducono alla riduzione di quella esistente, in quanto la tassazione delle imprese assorbe tutto il reddito prodotto e oltre (con conseguente indebitamento con le banche). Qualsiasi assunzione risulta dunque essere troppo onerosa per la piccola e media impresa, a breve anche per la grande impresa.
Il dovere del cittadito è ostato da una condizione di completa assenza di possibilità, con conseguente impossibilità di scegliere alcunchè possa essere definito attività, quindi ogni progresso materiale e spirituale è sospeso. Per wquanto riguarda il progresso spirituale, tale situazione sta causando la scelta estrema del cittadino di suicidarsi, principio contrario alla nostra cultura occidentale, nonchè ai dettami della religione dai più seguita.

Di fatto l'ART. 4 della COSTITUZIONE ITALIANA
è

Image and video hosting by TinyPic

Nessun commento:

Posta un commento