LO SCRITTORE, QUALSIASI GENERE EGLI SCRIVA, DEVE ESSERE TESTIMONE DELLA STORIA, PERCHE' IN OGNI ROMANZO SI CELA LA VERITA' DELLA REALTA'.

martedì 13 marzo 2012

LA COSTITUZIONE ITALIANA - Analisi

Image and video hosting by TinyPic


LA COSTITUZIONE ITALIANA
- Principi fondamentali -


Art. 3

 
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.
 
  ANALISI

Attualmente i cittadini non hanno dignità sociale, nè pari nè impari. Per cittadini si intendono coloro i quali esistono a seguito del proprio presunto lavoro e/o pensione. La persona, quindi, è classificata e in cima alla piranmide sociale vi è una classe politica retribuita in maniera spropositata e contraria ai principi vigenti nel mondo (visti gli ultimi studi economico sociali).

La Repubblica non rimuove gli ostacoli economici e sociali (che di fatto limitano la libertà e l'uguaglianza dei cittadini), la persona umana è sottoposta a umiliazioni psicologiche, materiali e morali (pensionati a raccattare nelle immondizie, malati allo sbando, assenza dello Stato nei problemi del popolo). Visti gli ultimi sviluppi, i lavoratori e i loro rappresentati sono esclusi o, nel migliore dei casi, tollerati nell'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Di fatto l'ART. 3 della COSTITUZIONE ITALIANA
è

Image and video hosting by TinyPic

2 commenti:

  1. Il governo attuale è deligittimato,quindi noi cittadini Italiani,abbiamo diritto a destituirlo immediatamente,e se le forze di polizia ci contrasteranno,saranno delegittimate anche loro in quanti difensori e complici di criminali.

    RispondiElimina
  2. La forma pacifica e legale per contrastare una situazione illegittima è lo sciopero, ma non solo lavorativo (irrilevante in questo momento che sono in pochi a lavorare), bensì personale.

    RispondiElimina