LO SCRITTORE, QUALSIASI GENERE EGLI SCRIVA, DEVE ESSERE TESTIMONE DELLA STORIA, PERCHE' IN OGNI ROMANZO SI CELA LA VERITA' DELLA REALTA'.

martedì 29 novembre 2011

L'NTERVISTA IMPOSSIBILE - Le domande dei lettori alla contessa EUFRASIA DE FLEUVES (protagonista de IL VELENO DEL CUORE)

Qualcuno forse la ricorda...

DAL GENIO DI PAOLO FEDERICI

ripropongo


Image and video hosting by TinyPic

L'INTERVISTA IMPOSSIBILE
alla contessa Eufrasia des Fleuves

L'EVENTO SU FACEBOOK

Protagonista dei romanzi IL VELENO DEL CUORE e LA GIUSTIZIA DEL SANGUE, Eufrasia des Fleuves emerge inaspettatamente dalle pagine di un libro, si materializza e ora è tra noi. Incredibile possibilità, per chi lo volesse, di chiedere a un personaggio controverso, discusso eppure amato, tutto ciò che avreste voluto sapere, che le sue avventure non hanno svelato, che la scrittrice ha dimenticato. Chi la conosce può approfondire, ma chi di lei non sa nulla può chiedere amicizia, conoscerla nel suo profilo e porre i propri quesiti. Da un'idea, ma specialmente dalla passione, dello scrittore PAOLO FEDERICI!

Si ringrazia per la partecipazione:

PAOLO FEDERICI
BARBARA ZANETTI VILLA
VENANZIO SAUVAGE
PAOLA DE PIZZOL
MONICA LOMBARDI
SILVIA SCIBILIA

Monitorata come promesso, ecco l'intervista fatta dai lettori o potenziali tali alla CONTESSA che ha gentilmente risposto.

1. PAOLO FEDERICI

Cara contessa, Voi conoscerete certamente il questionario di Proust! Volete provare ad inserire i vostri pensieri indicando le risposte a queste cinque domande scelte a caso?

(1) Le vostre eroine preferite nella finzione.
(2) I personaggi storici che disprezzate di più.
(3) Il dono di natura che vorreste avere.
(4) Le colpe che Vi ispirano maggiore indulgenza.
(5) Il Vostro motto.

EUFRASIA
Sono lieta di rispondere alle domande del mio dolce amico Paolo Federici.


1. Nel tempo molte le eroine della letteratura e non solo, di loro alcune mi son più care, prima fra tutte tale Rossella O'Hara che forse mi somiglia, poi quell'Angelica francese che tanto forte si dimostra. Ma se torno indietro, molto indietro... Cleopatra e Didone, vittime dell'amore che sa uccidere.
2. Non mi piace quel signore con strani baffi che sembran tagliati per sbaglio, grandi occhi blu ma cuore nero, si chiama Adolfo... solo il nome di lui salverei. Poi ci sarebbe un certo Vladimiro, furbo e attento, ma sempre in attesa del sangue altrui e poi capo sulla morte non sua.
3. La dolcezza chi mi ha creta ha negato al mio essere, solo tormento mi riserva quand'ella scrive. Ecco dunque il dono che vorrei, la dolcezza del cuore che invece, lo sappiamo, è avvelenato.
4. Non v'è crimine che io non possa perdonare se dietro il gesto inconsulto si cela giusto intento. L'assassino lo perdono se uccide per salvar vita innocente, il ladro lo comprendo se ruba per saziar se stesso e chi gli è caro. Il male è male, ma come ogni cosa ha un rovescio della medaglia e io scruto sempre il retro di ogni moneta.
5. Il limite tra giustizia e ingiustizia lo conosce solo il ladro. Nel mio mondo come nel vostro, non sussiste giustizia e noi, esseri in corsa affannata, dobbian perseguirla con ogni mezzo, altrimenti annegheremo nel mare dell'iniquità.

2. BARBARA ZANETTI VILLA
Mi chiedevo tra me e me .."avrà la contessa un sogno".. e se si quale? e la sua più grande paura?

EUFRASIA
I sogni sono solita realizzarli tutti, prendermi il mio senza chiedere, vantare i diritti che il vostro Cielo è avvezzo negarmi. Nulla dunque desidero perchè ciò che bramo l'ho ottenuto e ciò che bramerò lo avrò.

E così val pure per la paura che scuote le vene mie come le vostre, ma so vincerla e sguainar la spada per abbattere l'ombra che su di si stende. So sparare a distanza come abile tiratore, so tagliare una gola se il fiato che ho addosso ambisce ad annientarmi.

3. VENANZIO SAUVAGE
Bonjour, ma cherie! Allora dimmi cosa pensi di tuo padre, il buon Xavier, che tutto ha rinnegato per amore tuo.

EUFRASIA
Mio caro, ma non buon marito (se tale vi considerassi, saprei bene di offendervi)... scavate dunque nel mio cuore l'affetto che inscindibile mi lega a mio padre? Colui che nobile non lo è solo di sangue, che porta l'altro nome di Xavier des Fleuves conte di Saint-Malo? Di mio padre che non è buono come voi lo definite, eppur lo sapete vista l'amicizia che vi unisce e che vi ha scoperti similari, ricordo la lotta strenua cui mi ha sottoposta, il suo astio e la sua forza nel contrastare ciò che in quel momento amavo. E quando abbandonai la mia tanto bramata sponda, la sua ferocia si accanì contro la mia vita destinandomi al convento che pure gli è avverso. Se non avessi incontrato voi, Venanzio, che avete simulato la mia morte, quale vita mi avrebbe concesso mio padre? Ammetto il suo riscatto che gli ha fatto rinnegare la rettitudine morale, ma non dimentico il mio dolore.

4.PAOLA DE PIZZOL
Ecco la prima domandina: cara Eufrasia, tu sei una donna molto passionale. Quanto, per te, è importante il sesso? E... solo con Venanzio?????

EUFRASIA
Domanda infuocata atta a infiammare il mio fuoco, dunque! Davvero, mia giovane amica, tu pensi ch'io sia passionale? Non lo credo, non lo sento, il mio animo all'erta difficilmente lascia spazio all'estasi e quand'essa divampa deve essere per me e il mio cuore cosa travolgente. No, il sesso non è fondamentale per il mio essere creato, il sesso è un risultato, ciò che anelo è il sentimento, che faccia tremare il solo respiro. Nessun altro uomo potrebbe sostituire Venanzio che è tutto ciò che non si dovrebbe essere, ma io perseguo il magnifico, la normalità mi disgusta.

5. MONICA LOMBARDI
Eccomi con la domanda - alquanto banale, tra l'altro, ma la tua storia Eufrasia ahimé non l'ho ancora letta ;) - che mi frulla in testa da stamani - mi pare che non sia stata ancora fatta. Questo nome, Eufrasia, sai per quale motivo "la mamma" l'ha scelto?

EUFRASIA
Giudichi insolito il mio nome? Mi fu dato da mio padre al largo delle coste italiane, quando nacqui sul veliero Belle e ove persi mia madre che diede vita per la mia vita. La fiorita i germanici dicono significhi, della mia creatrice posso solo dirti che folle è il suo pensiero con i nomi, perchè... se è vero che mi fa nascere Eufrasia, è anche vero che mi fa divenire Zoraide quando son costretta a celare la mia identità per sfuggir il convento.

6. PAOLO FEDERICI
brava contessa, vedo che avete imparato velocemente ad usare facebook!
Anche il simbolo "@" ....!
Che non esisteva ai vostri tempi, vero?

EUFRASIA
Nella dimensione in cui esisto e impero, Paul, nulla di tutto ciò è previsto, ma voi sapete quale arguzia caratterizza il mio intelletto e facile m'è cogliere la meccanica del vostro pretenzioso mondo!

7. SILVIA SCIBILIA
Eufrasia, anche se per te concepire l'idea della macchina del tempo è impossibile, perché il libro omonimo ai tuoi tempi non era ancora stato scritto e pertanto per tu viaggiare nel tempo, pardon voi, avreste dovuto essere vittima di un 'errore di Cronos'. In quale tempo del futuro o del passato vi sarebbe piaciuto vivere o anche fare una breve visita? Non so perché vi vedrei bene a Carnaby street London intorno al 1968 0 giù di lì.

EUFRASIA
Giunge forse l'ultima domanda sul filo del rasoio del termine di questo evento e ringrazio Sylvie della terra magna! Quesito intrigante il tuo che presuppone la mia conoscenza del tempo, sia passato, sia futuro. Ebbene, Sylvie... non son rivoluzionaria nella mia indole, piuttosto amo sovvertire le ideologie delle rivoluzioni, dimostrar quanto esse siano inique e figlie della mente misera dell'essere umano. Ho beffato la Rivoluzione della Francia mia insanguinata, lo sai, e potrei far la medesima cosa con qualsiasi altra battaglia. Ma se dovessi scegliere, se potessi farlo, non andrei a cambiar le carte su tavoli logori, piuttosto giungerei in quella Alemagna funesta degli anni '40 del '900 e riuscirei laddove in molti (ma sempre pochi) hanno fallito: ucciderei Hitler, io lo saprei fare e senza grandi rumori, senza grossi clamori, nella miseria ch'egli stesso ha dimostrato d'essere al mondo!

Ma non finisce qui, qualcuno giunse in ritardo...

1 commento:

  1. eh sì, la "mia" contessa preferita
    (che non lo sappia quella di Castiglione, però!)

    RispondiElimina